Esperienze ed impressioni Luoghi e persone Tendenze della sostenibilità

Milano Design Week 2019 e sostenibilità

18 Aprile 2019

Quest’anno abbiamo chiesto a una giovane studentessa di design, Federica Breedveld, di raccontarci attraverso i suoi occhi la Milano Design Week, con particolare attenzione per la sostenibilità.
Federica ha visitato il Salone, il SaloneSatellite, la Triennale e il Fuorisalone (Ventura Centrale, Brera, Tortona, Cascina Cuccagna, Alcova e Casa di Rossana Orlandi), raccogliendo le sue impressioni e osservazioni.

Due domande per Federica.

Al Salone hai parlato con aziende che esponevano marchi ecologici sui loro prodotti?
Sì, ho chiesto a tutte se sapevano dirmi cosa significassero, ma quello che mi ha sorpresa è che spesso gli addetti agli stand non erano preparati a rispondere, o davano spiegazioni vaghe. Anche quando l’azienda nominava la sostenibilità, le risposte alle mie domande erano il più delle volte generiche, o venivano nominate la  riciclabilità e talvolta la biodegradabilità come se fossero parole risolutive.

Quali luoghi ti sono piaciuti di più?
Mi sono piaciuti molto Alcova, Cascina Cuccagna, Casa di Rossana Orlandi e la mostra Broken Nature, nelle quali il tema della sostenibilità era centrale. Broken Nature a parte, gli altri erano forse luoghi meno visitati, ma nei quali l’innovazione e la creatività erano centrali.

Guardate nella nostra 2Biblioteca la panoramica sulla sostenibilità della Milano Design Week 2019.

Potresti essere interessato anche

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.