Esperienze ed impressioni

Venerdì, un libro e giochi sulla sostenibilità

2 Novembre 2012

Questo libro nasce da una bellissima scommessa, un’esperienza nata allo Zen di Palermo ed “ancora in corso: un Centro Sperimentale di Educazione Ambientale di Città, costruito insieme ai ragazzi del quartiere, per far diventare loro stessi gli animatori delle attività per i bambini di tutta la provincia di Palermo. Un  progetto ambizioso, volto innanzi tutto a sfatare il pregiudizio che relega questo quartiere e le periferie urbane a luoghi marginali e marginalizzati”.

E’ un libro bello perché chiaro, ben scritto e strutturato, e frutto di lavoro sul campo e tanta esperienza. E’ anche utile perché è una vera e propria guida per insegnanti e animatori con tante descrizioni di attività e laboratori da svolgere dai 5 anni in su. Ce ne sono anche per gli adolescenti, ed è una gran bella cosa, perché per loro è più difficile trovare attività accattivanti, e l’offerta che li riguarda non è così ricca come quella per i bambini.

Riporto di seguito un esempio di attività che trovo molto divertente: La multa rap. Con dei block notes rosa, a ricordare le multe, il gruppo di partecipanti (dagli 8 anni in su), gira in città a cercare i comportamenti maleducati e lasciare ai responsabili delle multe rap. Ecco quella riportata nel libro come esempio:

“Caro autista,

sei proprio un teppista,

la tua auto così parcheggiata,

non permette la mia passeggiata,

e ancor più grave non lascia spazio alla gente

che non può muoversi così facilmente:

uomini in sedia a rotelle, bambini in carrozzina

non possono uscire neanche questa mattina.

La prossima volta stai attento a che fai

Non solo chi ruba combina dei guai!”

Riprendere con il sorriso e un po’ di umorismo credo che rimanga molto più impresso e possa portare in casi come questo risultati migliori rispetto ad un atteggiamento critico (che sarebbe comunque lecito!).

Ecologia in città – Giochi per educare alla sostenibilità, Alessia Maso, Edizioni La Meridiana

Questa attività mi ha fatto pensare all’iniziativa Passeggini alla riscossa , nata anni fa, e che consiste nel lasciare sul parabrezza della automobili parcheggiate in posti che limitano o impediscono il passaggio un biglietto il cui testo è disponibile qui .

Potresti essere interessato anche

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.