Esperienze ed impressioni

Venerdì, libri, quaderni e scrittura dalla Cina

26 Ottobre 2012

Oggi lascerò più spazio alle immagini che non alle parole. Dalla Cina sono arrivati bellissimi libri d’arte antica e contemporanea, un tipico pennello, inchiostro (che secondo la mia insegnante di calligrafia qui di così non se ne trovano) e quaderni.

Una mia amica cinese mi ha chiesto se mi piacessero veramente queste cose, stupita dal fatto che ad uno straniero proprio questo interessasse del suo paese.
Fin da piccola, ogni volta che andavo oltre il confine italiano, mi compravo almeno un quaderno, e testarda insistevo per usarlo anche se le righe e il formato non andavano bene. Però il bello era proprio quello. E i libri, beh, i libri sono una vera passione, anche se non capisco una parola di quello che è scritto.

Questi fogli per esercitarsi nella scrittura degli ideogrammi saranno forse lo stimolo per tirare fuori i miei vecchi libri di cinese.

Non mancano le giuggiole, che in Cina sono molto amate, anche nella versione secca. Quella dei libri e delle giuggiole è una gran combinazione .

Concludo con un modo di dire che può sicuramente essere utile, chissà che non vi troviate una volta in Cina e non vi serva proprio dire che qualcosa è un’inezia, una bazzecola. Allora eccola in cinese, sia come ideogramma che come pronuncia.

Buon fine settimana.

Potresti essere interessato anche

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.