Esperienze ed impressioni

La memoria

27 Gennaio 2012

Foto tratta dal sito www.annefrank.org

Ho letto il suo diario quando frequentavo la scuola media. Era una vecchia edizione di mio papà, un rettangolo bianco incorniciato di rosso, della Einaudi. Mi sforzavo di immedesimarmi in lei, di comprendere il suo destino. Ora, come allora, credo che possiamo immaginare solo un’infinitesima parte di quell’orrore. Ma si può ricordare.
Un libro che non esce veramente mai dalla tua mente, e al quale ritorni in momenti inaspettati.
Il diario di Anna Frank (titolo originale “Het achterhuis”, il retrocasa), da leggere.

“Il contrario della pace non è

la guerra, è l’indifferenza.

Il contrario dell’amore non è

l’odio, ma l’indifferenza.

Il contrario della morte

è la memoria.”

Elie Wiesel, sopravvissuto all’Olocausto e Premio Nobel per la pace

Potresti essere interessato anche

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.