Life Cycle Thinking

Social Life Cycle Assessment

8 Febbraio 2011

I famosi tre pilastri della sostenibilità comprensono gli aspetti ambientali, economici e sociali del modo di operare di un’azienda. Parlando di un prodotto nello specifico, l’analisi del suo ciclo di vita è uno strumento completo che considera ogni singola fase, dalle materie prime fino allo smaltimento. L’impatto ambientale è studiato dalla LCA (Life Cycle Assessment, Valutazione del Ciclo di Vita), mentre quello economico dalla LCC (Life Cycle Costing). Entrambi sono strumenti ormai acquisiti e molto utilizzati. L’ultimo arrivato, e complementare agli altri due, è la SLCA, ovvero Social Life Cycle Assessment, che riguarda invece gli aspetti sociali del prodotto. Poiché mi capita ancora di sentire che c’è una certa confusione tra il percorso di sostenibilità a livello di gestione aziendale e di prodotto, preciso che l’analisi del ciclo di vita, ambientale, economica o sociale che sia, riguarda il prodotto, e segue un percorso che coinvolge non solo l’azienda, ma l’intera catena di fornitura a monte e, a valle, utlizzatore finale e smaltimento del prodotto. La Responsabilità sociale d’impresa (CSR, Corporate Social Responsibility) riguarda invece la gestione aziendale e, per certi tipi di certificazione, può comprendere una parte della catena di fornitura. Le linee guida sulla SLCA sono state pubblicate nel 2009, frutto di una Task Force di UNEP SETAC. Tra gli autori delle linee guida vi è anche Andreas Ciroth, che fa parte della nostra rete di esperti di LCA a livello mondiale. Durante l’incontro annuale di questi esperti, ospitato a fine 2010 proprio presso la nostra sede, abbiamo organizzato anche un corso sulla SLCA tenuto dallo stesso Andreas Ciroth. Relatrice del corso è stata anche Juliane Franze, che collabora con Andreas Ciroth e lavora a progetti di SLCA. Le Linee Guida sulla Social Life Cycle Assessment possono essere scaricate gratuitamente qui .

Andreas Ciroth parla di SLCA alla Filanda di Campocroce

Juliane Franze, esperta di SLCA, durante l’incontro mondiale degli esperti di LCA del SimaPro Partner Network

Il fotografo impegnato ad immortalare esperti di LCA da 20 paesi del mondo (sullo sfondo dettaglio del campanile della chiesetta di Campocroce)

Potresti essere interessato anche

Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.